Da questa finestra è possibile: visualizzare gli esecutivi e modificare le armature per le struttura in calcestruzzo armato. È anche possibile, direttamente da questa finestra, salvare gli esecutivi visualizzati in dxf, visualizzare le verifiche dei singoli elementi, e per i pali di fondazione visualizzare i diagrammi delle sollecitazioni e delle deformazioni. 

Gli esecutivi prodotti da Jasp sono:


La finestra "Esecutivi: Visualizza & Modifica" è divisa in due parti:

L'albero a sinistra permette di navigare attraverso gli esecutivi ed accedere ai vari disegni.

La parte di destra visualizza i disegni dxf, permette di modificarli e di avviare la verifica degli elementi.

I pulsanti  consentono di esportare in formato dxf il disegno visualizzato. In particolare il pulsante  salva il disegno con il nome predefinito, mentre il pulsante  permette di scegliere la cartella ed il nome del file.

I pulsanti  consentono di copiare ed incollare l'armatura da un elemento della struttura ad un altro. In particolare il pulsante  copia l'armatura selezionate negli appunti di Jasp ed il pulsante  sovrascrive l'armatura selezionata con l'armatura presente negli appunti.

Per utilizzare i comandi copia e incolla:

1.Selezionare, cliccando sopra con il mouse, l'armatura da copiare. Se non è selezionata alcuna armatura Jasp considera da copiare l'intera armatura visualizzata

2.Premere il pulsante copia . Il software indica, nella barra di stato, quale armatura ha copiato negli appunti e ne specifica il tipo.

3.Selezionare, cliccandoci sopra con il mouse, l'armatura da sovrascrivere.

4.Premere il pulsante . Se l'armatura negli appunti è dello stesso tipo dell'armatura selezionata Jasp chiede conferma dell'operazione,        
       
altrimenti avverte dell'incompatibilità.        

In sostituzione dei pulsanti  è possibile utilizzare CTRL+C e CTRL+V

Nota bene: per gli elementi di tipo beam: Travi, Pilastri e Parete WCM, non è possibile copiare separatamente i ferri longitudinali e le staffe. È possibile copiare l'intera armatura dell'elemento.

Selezionando una cartella dell'albero a sinistra compare il menù in figura con i comandi:

Blocca arm. Long.: Se avviato blocca le armature longitudinali. Il progetto automatico non modificherà i ferri longitudinali impostati.

Blocca arm. taglio: Se avviato blocca le armatura trasversali. Il progetto automatico non modificherà la staffatura impostata.

Blocca tutto: Se avviato blocca tutte le armature.

Sblocca arm. Long.: Se avviato sblocca le armature longitudinali. 

Sblocca arm. taglio: Se avviato sblocca le armatura trasversali. 

Sblocca tutto: Se avviato sblocca tutte le armature.

Progetta: Esegue il progetto automatico delle armature di gli elementi della cartella.

Sblocca & progetta: Sblocca e riprogetta tutto.

Crea dxf: Crea i dxf di tutti i disegni e delle cartelle contenute.

I comandi indicati nel menù di una cartella sono applicati a tutti i disegni dei fai e delle cartelle contenute.

Esecutivi Fili

Permette, per ogni piano,  la visualizzazione delle piante dei fili fissi.


Esecutivi Piante

Permette, per ogni piano,  la visualizzazione delle piante degli impalcati.


Esecutivi Pilastri - Pareti Duttili - Travate - Pilastrata

Il pulsante modifica permette di visualizzare il menù modifica, quindi di modificare le armature e avviare la verifica dell'elemento selezionato. Inoltre è possibile avviare il menù modifica cliccando con il tasto destro del mouse su di un punto qualunque del disegno.


Menù modifica pilastro


Menù modifica pilastrata


Menù modifica travata


Menù modifica parete

Per modificare le armature è anche possibile scegliere lo strumento seleziona premendo il tasto  e fare doppio click sulle armature da modificare.

Di seguito sono riportate le operazione attivabili dal menù modifica.

Staffe

Selezionando staffe compare una delle seguenti maschere, a seconda che l'elemento scelto sia un pilastro o una trave:

La staffatura è divisa per i pilastri in 4 zone: (nodo superiore, superiore, centrale, inferiore) e per le travi in 3 zone: (sinistra, centrale, destra). Per ogni zona è possibile scegliere il passo delle staffe e la lunghezza della zona. La lunghezza della zona centrale è calcolata in automatico dal software. Il numero di bracci ed il diametro delle staffe sono stabiliti in automatico dal software a seconda del criterio di progetto scelto per il beam corrente.

Per le pareti il passo della staffatura è uniforme per l'intera altezza della parete.

PilastriFerri longitudinali

Selezionando ferri longitudinali dal menù modifica pilastri compare la maschera seguente.

Con questa maschera è possibile scegliere in numero e il diametro dei ferri longitudinali dei pilastri. Il diametro dell'armatura può variare tra 6 e 32 mm.

Travateferri laterali

Selezionando ferri laterali dal menù modifica travate e scegliendo una trave compare la maschera seguente.

Con questa maschera è possibile scegliere il numero e il diametro dei ferri laterali di ogni trave. Il diametro dell'armatura può variare tra 6 e 32 mm.


Travatefilanti sup   monconi sup   monconi inf   filanti inf

Selezionando una tra le seguenti opzioni: filanti sup monconi sup monconi inf filanti inf , del menù modifica travata compare la lista dei ferri del tipo selezionato presenti nella travata e l'opzione nuovo per inserire un nuovo ferro.

Scegliendo un nuovo ferro, oppure selezionando un ferro presente, ovvero facendo doppio click su di un ferro del disegno compare la maschera:

A questo punto è possibile scegliere:

Il nodo iniziale (sinistro) e finale (destro) del ferro.

Il tipo di ancoraggio iniziale e finale.

L'allungamento iniziale e finale rispetto all'asse dei pilastri. Per i filanti tale valore è imposto a zero.

Il numero di tondini ed il diametro. Per i filanti i tondini devono essere almeno due.

Il posizionamento delle armature nel disegno della travata è fatto in automatico dal software.

Armatura parete: staffe o ferri longitudinali

Per la parete selezionando staffe o ferri longitudinali dal menù modifica compaiono le seguenti maschere:

I valori immessi si riferiscono al seguente disegno.

Domini

Selezionando l'opzione domini rispettivamente dal menu modifica pilastro e menù modifica travata vengono visualizzati i seguenti sottomenù:


Menù domini pilastri e pareti

 


Menù domini travata

È possibile visualizzare 5 tipi di domini:

Domino di resistenza stato limite ultimo.

Domino tensioni di esercizio n≈7 (n = Es/Ecm. ≈ 7, σs,amm= 0,8 fyk, σc,amm= 0,60 fck)

Domino tensioni di esercizio Tensione Rara (n = αe*Es/Ecm. ≈ 10 , σs,amm= 0,8 fyk, σc,amm= 0,60 fck)

Domino tensioni di esercizio combinazione quasi permanente (n=15, σs,amm= 0,8 fyk, σc,amm= 0,45 fck)

Domino Linearità SLU (n = (fyd/eyd)/(fcd/ec3). ≈ 21, σs,amm= fyd, σc,amm= fcd)

Per i pilastri sono visualizzati i due domini di resistenza secondo i due assi della sezione
Per le travi è possibile scegliere se visualizzare i domini rispetto all'asse x o rispetto l'asse y.

Per le sezioni con materiale esistente è possibile visualizzare 4 tipi di domini.

Duttile: resistenza di calcolo pari alla resistenza media del materiale per 1/(FC)

Fragile: resistenza di calcolo pari alla resistenza media del materiale per 1/(γmFC)

Calcolo ρ: resistenza di calcolo pari alla resistenza media del materiale per 1

Domanda GR: resistenza di calcolo pari alla resistenza media del materiale per FC

Con i pulsanti  è possibile esportare il grafico in dxf.

Per tornare agli esecutivi cliccare su modifica e selezionare disegno travata oppure disegno pilastro.

Verifiche

Selezionando l'opzione verifica sono visualizzate le tabelle riassuntive delle seguenti verifiche:

Verifiche aste agli Stati Limite Ultimi (presso-tensoflessione, taglio, momento torcente, instabilita pilastri)

Verifiche aste agli Stati Limite di Esercizio (tensioni di esercizio, fessurazione, deformazione e spostamenti sismici)

Verifiche Nodi (Gerarchia Trave-Colonna, resistenza nodi)

Verifiche Dettagli costruttivi (verifiche geometriche §§ 4.1.6 e 7.4.6 delle NTC18 per travi e pilastri)

Progetto

Selezionando l'opzione progetto viene visualizzato un sottomenù con le seguenti opzioni

Avvia progetto: esegue il progetto automatico delle armature della travata o del pilastro corrente

Blocca ferri Long.: Se spuntato blocca le armature longitudinali. Il progetto automatico non modificherà i ferri longitudinali impostati.

Blocca Staffe: Se spuntato blocca le armatura trasversali. Il progetto automatico non modificherà la staffatura impostata.

Blocca Larg. Zone Sx Dx : Per le pareti: se spuntato blocca la larghezza delle zone di confinamento.

Computo

Selezionando l'opzione computo viene visualizzato il computo metrico dell'elemento corrente.

Esecutivi Pali

Il pulsante modifica permette di visualizzare il menù modifica, quindi modificare le armature e avviare la verifica del palo selezionato. Inoltre è possibile avviare il menù modifica cliccando con il tasto destro del mouse su di un punto qualunque del disegno.

Di seguito sono riportate le operazioni attivabili dal menù modifica.

Armatura

Permette di modificare le armature del palo. All'avvio del comando compare la seguente maschera:

L'armatura del palo è divisa in tre zone, numerate a partire dall'alto.

 

Verifiche

Visualizza le verifiche strutturali del palo.

Diagrammi

Visualizza i diagrammi delle sollecitazioni e degli spostamenti del palo.

Resistenza laterale

Visualizza i diagrammi con tutte le coppie F-M del carico limite orizzontale del palo considerato libero di ruotare in testa. Il carico limite laterale del palo è calcolato come specificato nel paragrafo "Verifiche geotecniche pali".

Verifiche geotecniche

Visualizza le verifiche geotecniche del palo.

Domini

Visualizza i domini di resistenza del palo.

Progetto

Esegue il progetto dell'armatura del palo.

Computo

Visualizza il computo metrico del palo.

Esecutivi Plinti

Selezionando un plinto dall'albero "esecutivi" posto a sinistra è possibile visualizzare e modificare i plinti diretti e i plinti su palo.

 Plinti Diretti

Il pulsante modifica permette di visualizzare il menù modifica, quindi modificare le armature e avviare la verifica del plinto selezionato. Inoltre è possibile avviare il menù modifica cliccando con il tasto destro del mouse su di un punto qualunque del disegno.

Di seguito sono riportate le operazione attivabili dal menù modifica

Armatura

Permette di modificare le armature del plinto. All'avvio del comando compare la seguente maschera:

Spuntando l'opzione uniforme Jasp distribuisce uniformemente l'armatura su tutto il plinto. Se l'opzione e disabilitata l'armatura è distribuita facendo in modo che almeno la metà risulti disposta nella zona del pilastro, ovvero in una fascia posta al di sotto del pilastro che sporge su ogni lato del pilastro d/2, con d l'altezza utile del plinto.

Verifiche

Avvia le verifiche del plinto

Progetto

Avvia il progetto del plinto

Armatura Default

Resetta l'armatura di default del plinto.

Computo

Visualizza il computo metrico del plinto

Plinti Su pali

Il pulsante modifica permette di visualizzare il menù modifica, quindi modificare le armature e avviare la verifica del plinto su pali selezionati, sia modificare le armature e avviare la verifica di ogni singolo palo.

Di seguito sono riportate le operazioni attivabili dal menù modifica per i plinti su pali.

Armatura

Permette di modificare le armature del plinto e dei pali di fondazione.

Verifiche

Permette visualizzare le verifiche strutturali e geotecniche del plinto e dei pali.

Progetto

Permette eseguire il progetto delle armature del plinto e dei pali.

Computo

Visualizza il computo metrico del plinto e dei pali.

Diagrammi

Visualizza i diagrammi delle sollecitazioni e degli spostamenti dei pali.

Domini

Visualizza i domini di resistenza dei pali.

 

Esecutivi Solai

Il pulsante modifica permette di visualizzare il menù modifica, quindi modificare le armature e avviare la verifica del solaio selezionato. Inoltre è possibile avviare il menù modifica cliccando con il tasto destro del mouse su di un punto qualunque del disegno.

Di seguito sono riportate le operazioni attivabili dal menù modifica.

Armatura

Permette di modificare le armature per singola campata. All'avvio del comando compare la maschera seguente.


Note:

È possibile inserire 2 tipi di monconi superiori che per comodità sono chiamati 'A' e 'B'.

La lunghezza è intesa quella di calcolo. Nella creazione degli esecutivi il programma aggiunge l'ancoraggio.

Le armature sono definite per ogni campata. Jasp provvederà a creare gli esecutivi dell'intera "travata-solai".

I ferri inferiori sono aggiuntivi a quelli eventualmente già presenti nei tralicci.

Verifiche

Avvia le verifiche del solaio.

Domini

Visualizza i domini di resistenza del solaio

Progetto

Avvia il progetto dell'intera travata-solaio

Armatura Default

Resetta l'armatura di default.

Computo

Visualizza il computo metrico della travata-solaio. Il computo calcolato non è utilizzato per il computo dell'intera struttura.

Per tenere conto del solai nel computo totale il progettista deve inserire il prezzo in archivi/carichi/pannelli.

Diagrammi cmb

Visualizza i diagrammi di inviluppo per le seguenti combinazioni di carico: Fondamentale, Rara, Frequente, Quasi permanente.

Per il calcolo dei diagrammi di inviluppo (tranne che per la combinazione Quasi perennemente) Jasp tiene conto dei carichi accidentali solo se sfavorevoli.

Ai diagrammi ottenuti utilizzando le teoria della trave continua sono aggiunti quelli imposti nei criteri di progetto (menù archivio/solai/criteri solai , parametri: "appoggio qL²/M" e "campata qL²/M


Esecutivi Telai Acciaio/Legno

Permette la visualizzazione dei disegni dei telai verticali precedentemente definiti. Per gli elementi in calcestruzzo armato non sono riportate le armature.


        Esecutivi Magapiastre - Megapareti

Le megapiastre e le megapareti sono individuate automaticamente dal programma. Jasp raggruppa tutte le shell che hanno la stessa sezione e che appartengono ad un medesimo piano geometrico in una sola megapiastra.

Jasp, per ogni megapiastra, produce i seguenti disegni:

Per modificare un disegno:        
1) selezionare il disegno con l'albero a sinistra.        
2) premere il pulsante modifica in alto oppure posizionare il puntatore del mouse sul disegno e premere il tasto destro del mouse.

Alla pressione del comando modifica compare il seguente menu:

Raffittimento sup.princ . Questo primo comando dipende dal tipo di disegno scelto. Con tale comando è possibile inserire e modificare le armature. Per modificare un tipo di armatura è anche possibile fare doppio click sull'armatura scelta.

canc armatura disegno : cancella tutte le armature visualizzate

canc armatura sbloccata : cancella tutte le armature visualizzate non bloccate

blocca tutte: blocca tutte le armature.

sblocca tutte: sblocca tutte le armature.

Per l'inserimento e la manipolazione delle singole armature, a seconda del disegno selezionato,compaiono le seguenti maschere:

Maschera per la modifica delle armature di base inferiori e superiori.

È definibile, tra gli altri, il seguente parametro:

Blocca armatura. Se selezionato il software non modificherà l'armatura bloccata nei progetti successivi.

Questa maschera gestisce i raffittimenti.
Ogni patch di raffittimento è legata ad un nodo.

Per ogni patch sono definibili, tra gli altri, i seguenti parametri:

Nodo di riferimento: specificare il nodo a cui è legata la patch.

Delta x, Delta y: spostamento del centro della patch rispetto al nodo di riferimento

dim x, dim y: dimensione di calcolo della patch. Nella creazione degli esecutivi il programma aggiungerà in automatico, a tale dimensione, gli ancoraggi.

È possibile dividere la patch in 3 zone con passi differenti.

Nota: per tutte le verifiche Jasp non tiene conto di qual è il nodo su cui è agganciata la patch, ma solo della effettiva posizione della patch.

Per i chiodi su zona rettangolari sono definibili, tra gli altri i seguenti parametri:

Buco x, Buco y: se i chiodi sono posizionati su di un pilastro può risultare utile eliminare le armature che si sovrappongono alla testa del pilastro.

Per i chiodi  su zona radiale sono definibili, tra gli altri i seguenti parametri:

raggio interno: raggio del primo cerchio di chiodi.

Per i raffittimenti di sagomati sono definibili, tra gli altri i seguenti parametri:

angolo sagoma: angolo piegatura.

La costruzione di strutture miste con modelli beam e shell crea spesso dei picchi di tensione in pratica da non considerare. Con questa maschera è possibile creare delle zone in cui non sono effettuate le verifiche, ed è possibile abilitare/disabilitare selettivamente le seguenti verifiche:

verifiche puntoni NM calcestruzzo

verifiche puntoni NM calcestruzzo in combinazione sismica

verifiche NM

verifiche a Taglio-Punzonamento

Per i dettagli di ogni tipo di verifica vedere la pagina: verifiche_shell

Nota: Se la combo-box è spuntata le verifiche sono eseguite.

Nell'albero a sinistra, posizionando il puntatore sulla riga della megapiastra e premendo il tasto destro del mouse, compare il seguente menu.

I comandi avviabili, che si riferiscono all'intera megapiastra, sono:

Dati generali armatura: è possibile modificare i seguenti dati generali della megapiastra:

Completa progetto: completa il progetto della magapiastra non modificando le armature bloccate.

Riprogetta tutto: cancella tutte le armature e riprogetta

Blocca progetto ferri long. Se selezionato, nei successivi “completa progetto ”, non riprogetterà le armature longitudinali.

Blocca progetto Chiodi. Se selezionato, nei successivi “completa progetto ”, non riprogetterà la armature a punzonamento.

Canc. tutto megapiastra. Cancella tutte le armature,

Canc. arm. sbloccate. Cancella tutte le armature non bloccate,

Verifica. Avvia le verifiche della megapiastra.