Caratteristiche Momento Rotazione

Definisce l'archivio della cerniere plastiche momento-rotazione per l'analisi pushover. Bisogna tener presente che nella modellazione utilizzata dal programma le cerniere plastiche hanno lunghezza pari a zero, cioè sono concentrate in un punto. Per tale motivo il primo tratto della cerniera, nello stadio di pre-fessurazione, è verticale.

Descrizione: Descrizione mnemonica della curva.

Tipo:É possibile scegliere la regola di gestione della cerniera plastica.

oNo: La cerniera è assente.

oAuto: L'inserimento della cerniera e la costruzione della curva momento-rotazione ed il suo andamento è gestito dal software.

oUser:Le caratteristiche della curva sono completamente definite dall'utente.

oYes: Il programma forza l'inserimento della cerniera, le caratteristiche della curva sono calcolate dal software.

Xp [rad]: Valore di scala per le ascisse dei punti della parte positiva della curva

Yp [Nm]: Valore di scala per le ordinate dei punti della parte positiva della curva

Ay: Sollecitazione di fessurazione.

Bx, By: Punto in cui termina le fase lineare.

Vx: Punto di deformazione limite per lo SLV

Cx, Cy: Punto di collasso, corrispondente al raggiungimento dello SLC

Dx, Dy, Ex, Ey: Punti che delimitano un tratto di resistenza ridotto, ma non nulla.

 :Se spuntato è possibile creare una cerniera plastica asimmetrica.

Xn [rad]: Valore di scala per le ascisse dei punti della parte negativa della curva

Yn [Nm]: Valore di scala per le ordinate dei punti della parte negativa della curva.

Any, Bnx, Bny, Vnx, Cnx, Cny, Dnx, Dny, Enx, Eny : Punti della parte negativa della curva.

Note:

1) I tratti 0-A, A-B, D-C, D-E, devono avere pendenza positiva o nulla. Non è possibile attribuire a tali tratti pendenza negativa.

2) Le caratteristiche 1 e 2 non possono essere modificate a piacimento, ma sono pre-imposte dal programma.

Caratteristiche Forza-Spostamento

Definisce l'archivio della cerniere plastiche momento-rotazione per l'analisi pushover. La maschera è identica a quella per la definizione delle caratteristiche Momento-Rotazione, tranne che per le unità di misura degli assi delle x e delle y che sono rispettivamente [m] e [N].

Cerniere Plastiche

Definisce l'archivio delle cernere plastiche di una sezione per le 6 sollecitazioni Fx, Fy, Fz, Mx, My, Mz. Per ogni cerniera dovranno essere specificati i seguenti parametri:

Descrizione: Descrizione mnemonica della cerniera.

Curva Fx (Sofrzo Norm): Curva per la sollecitazione Fx nel sistema locale dell'asta. In genere per le strutture in c.a. non è presente.

Curva Fy (V Sec): Curva per la sollecitazione Fy nel sistema locale dell'asta. Per una trave corrisponde alla sollecitazione di taglio secondario. In genere per le strutture in c.a. non è presente perché secondo le NTC18 e l'EC8 in un'analisi pushover per il taglio bisogna eseguire la verifica di resistenza.

Curva Fz (V Princ): Curva per la sollecitazione Fy nel sistema locale dell'asta. Per una trave corrisponde alla sollecitazione di taglio principale. In genere per le strutture in c.a. non è presente perché secondo le NTC08 e l'EC8 in un'analisi pushover per il taglio bisogna eseguire la verifica di resistenza.

Curva Mx (M Torc): Curva per la sollecitazione Mx nel sistema locale dell'asta (Momento torcente). In genere per le strutture in c.a. non è presente.

Curva My (M Princ): Curva per la sollecitazione My nel sistema locale dell'asta (in una trave corrisponde al momento flettente principale). Se è specificata la caratteristica "2) Default" il software calcola in automatico la caratteristica della cerniera plastica, secondo la formule (8.7.2.1) e (C8A.6.4) della CNTC08

Curva Mz (M Sec): Curva per la sollecitazione Mz nel sistema locale dell'asta (in una trave corrisponde al momento flettente secondario). Se è specificata la caratteristica "2) Default" il software calcola in automatico la caratteristica della cerniera plastica.In automatico Jasp inserisce le cerniere plastiche secondarie sono nei pilastri e nelle pareti (non nelle travi).

Lv/L Princ: Nel caso il cui sia specificato "auto" Jasp calcola automaticamente la luce di taglio Lv per il calcolo della caratteristica M-R principale. In questo campo l'utente può però specificare , in modo adimensionale rispetto alla luce dell'elemento, la luce di taglio.

Lv/L Sec: Nel caso il cui sia specificato "auto" Jasp calcola automaticamente la luce di taglio Lv per il calcolo della caratteristica M-R secondaria. In questo campo l'utente può però specificare , in modo adimensionale rispetto alla luce dell'elemento, la luce di taglio.

Nota 1: il calcolo della luce di taglio è uno degli aspetti più delicati della definizione delle cerniere plastiche. Jasp calcola la luce di taglio secondo il seguente schema:

Pilastri: Lv = L/2

Pareti:

oM Princ: Lunghezza intera parete, a partire dalla prima parete definita duttile in input.

oM Sec: Altezza interpiano/2

Travi:

oM Princ: La luce di taglio è calcolata a partire dai momenti resistenti ultimi delle estremità della trave e dal carico q presente sulla trave [13].

oM sec: Lv = L/2

Nota 2: Le cerniere 1 e 2 non possono essere modificate a piacimento, ma sono pre-imposte dal programma. L'utente può creare altre cerniere plastiche, oltre a quelle predefinite.

Parametri Pushover

Definisce l'archivio dei parametri di calcolo, riferiti a un singolo elemento, per l'analisi pushover. I parametri specificabili sono:

Descrizione:Descrizione mnemonica dei "parametri pushover".

Verif. Taglio: Se è selezionato "Default" sarà adottata la verifica a taglio specificata all'avvio dell'analisi pushover. Per una dettagliata descrizione delle altre opzioni vedere il paragrafo relativo al menù Calcolo/Analisi Pushover

Verif. Nodo Elev: Se è selezionato "Default" sarà adottata la verifica dei nodi in elevazione specificata all'avvio dell'analisi pushover. Per una dettagliata descrizione delle altre opzioni vedere il paragrafo relativo al menù Calcolo/Analisi Pushover.

Verif. Nodo Fond. : Se è selezionato "Default" sarà adottata la verifica dei nodi in fondazione specificata all'avvio dell'analisi pushover. Per una dettagliata descrizione delle altre opzioni vedere il paragrafo relativo al menù Calcolo/Analisi Pushover.

kθy: 0 per eliminare il tratto A-B della caratteristica M-θ della cerniera plastica. 1 Per inserire integralmente la rotazione come calcolata con le formule (8.7.2.1) CNTC08. È possibile inserire anche valori intermedi tra 0 ed 1.

Ver SLD: Se spuntato esegue la verifica SLD ( θ≤θy ) per la cerniera plastica.

Mcr: Se spuntato modella la cerniera plastica con una curva trilineare, tenendo conto del momento di fessurazione. Secondo le NTC18 e EC8 tale modellazione non è obbligatoria.

Mcr: Se spuntato modella la cerniera plastica con una curva trilineare, tenendo conto del momento di fessurazione. Secondo le NTC18 e EC8 tale modellazione non è obbligatoria.
Nota: Utilizzando la modellazione bilineare, cioè lasciando senza spunta questo parametro, l'analisi pushover è molto più veloce.

Riduzione passo prog. staffe: Jasp può eseguire il progetto delle staffe durante l'analisi pushover. Il progetto delle staffe modifica le caratteristiche delle cerniere plastiche, pertanto dopo il progetto è necessaria una nuova analisi-verifica pushover. In teoria quindi potrebbero essere necessaria più analisi di progetto. Utilizzando un coefficiente di progetto minore di uno, il software diminuisce il passo di progetto a vantaggio di sicurezza e riduce la probabilità di dover rieseguire più di un'analisi progetto.

E%100: Durante un'analisi pushover la fessurazione e le plasticizzazioni sono direttamente modellate nell'anali. Non è necessario quindi ridurre anche il coefficiente di elasticità del materiale. Con questo parametro è possibile scegliere se usare, durante l'analisi pushover,la rigidezza del materiale al 100% oppure quella definita in menù archivio/criteri di progetto/criteri.

Ver. Mom: In un'analisi pushover la verifica dei momenti non è necessaria perché tale analisi esegue una verifica per le rotazioni massime. Attivando tale opzione èil software effettua anche la verifica M ≤ Mu, dove Mu è il momento ultimo calcolato a partire dalle proprietà medie dei materiali, eventualmente divise per il fattore di confidenza. Se le cerniere plastiche sono state inserite correttamente tale verifica risulta sempre superata. Questa verifica può essere utilizzata come controllo sulla bontà del modello.

Ver. N: Attivando tale opzione èil software effettua anche la verifica Nnu ≤ N ≤ Npu, dove Nnu è lo sforzo normale minimo (compressione) calcolato tenendo a partire dalle proprietà medie dei materiali diviso il fattore di confidenze ed il coefficiente parziale di sicurezza, Npu è lo sforzo normale massimo (trazione) calcolato tenendo a partire dalle proprietà medie dei materiali diviso il fattore di confidenze.